Giovedì 24/06 – Presentazione libro “Oltre la grande bellezza. Il lavoro nel patrimonio culturale italiano”

Siamo felici di ospitare a Piano Terra il volume scritto dall’associazione di lavoratrici e lavoratori del settore culturale “Mi Riconosci? Sono un professionista dei beni culturali”: un’inchiesta, una contro-narrazione del sistema culturale nel nostro Paese. Il volontariato, le esternalizzazioni, le indagini sul lavoro e questioni di genere, il turismo di massa, la gestione privatistica sono alcuni dei temi toccati all’interno del libro. Ma anche una grande proposta: un “Sistema Culturale Nazionale”, per una cultura libera e gratuita, al servizio di tutte e tutti.

Leggi tutto “Giovedì 24/06 – Presentazione libro “Oltre la grande bellezza. Il lavoro nel patrimonio culturale italiano””

Vogliamo Giustizia! 20 giugno sotto Regione Lombardia

Con 33 700 persone morte, la sola Lombardia conta 1/4 dei decessi italiani per Covid-19 registrati.
Come si è arrivati a questa tragedia? Cos’è successo da febbraio 2020 ad oggi? E perchè è potuto accadere?
La risposta è univoca: produci, consuma, crepa.
Questo il credo di chi ci governa, alla Regione e al Comune. Assieme alla convinzione che da ogni attività sociale vada estratto il più possibile profitto, che questo processo di estrazione sia sinonimo di efficienza e modernità, mentre nulla come la Sanità dimostra come alla resa dei conti questa logica si traduce unicamente in un massacro per la popolazione a medio e basso reddito, lavoratrici e lavoratori, non possidenti, colpiti nel nostro bene primario – il corpo, la salute -, privati di diritti e libertà.

Verso la manifestazione del 20 giugno sotto la Regione, riprendiamo il lavoro di memoria e denuncia realizzato per l’occasione da ZAM in queste settimane: non dimentichiamo, non diventiamo complici, la pandemia non è finita, le sue cause ancora presenti e le conseguenze davanti a noi, le ferite aperte e la giustizia tutta da fare.

Leggi tutto “Vogliamo Giustizia! 20 giugno sotto Regione Lombardia”

Umanità a perdere. Sindemia e resistenze

E’ in uscita il volume collettivo Umanità a perdere. Sindemie e resistenze curato dall’Osservatorio Repressione di Roma e dentro cui troverete anche un nostro contributo dal titolo Crisi pandemia e capitalismo della sorveglianza: è il frutto degli ultimi due anni di approfondimenti e iniziative sul tema, di cui abbiamo iniziato a occuparci poco tempo prima che la pandemia Covid-19 comportasse un’accelerazione netta a un processo già in corso; in particolare, il sogno della digitalizzazione (e computazione) totale e l’accumulazione tramite nuove catene del valore fondate su “tracce di dati e comportamenti” – con inevitabili risvolti sul piano della sorveglianza e del condizionamento individuale e di massa. Riportiamo di seguito la presentazione del volume preparata dall’Osservatorio.

In attesa delle prossime presentazioni, il libro è possibile richiederlo inviando una mail a info@osservatoriorepressione.info; per Milano e dintorni potete scrivere direttamente al nostro indirizzo offtopic@autoproduzioni.net – Prezzo di copertina 10 euro.

Leggi tutto “Umanità a perdere. Sindemia e resistenze”

C’eravamo, ci siamo, ci saremo: verso la marcia popolare No Tav del 12 giugno

📣 10.06 | C’eravamo, ci siamo, ci saremo: Presentazione marcia popolare No Tav
La mobilitazione di sabato 12 in Val di Susa è ormai alle porte: da Bussoleno a San Didero, teatro negli ultimi mesi dei nuovi episodi di occupazione e violenza da parte delle forze del disordine e di resistenza da parte del movimento. Tutti i Comitati #NoTav e i movimenti solidali, per l’occasione, hanno deciso di costruire delle iniziative territoriali per affrontare insieme le importanti tematiche che ci portano ancora una volta a costruire e aderire ad una mobilitazione popolare e partecipata.


📌 Giovedì 10 dalle 19 assieme a Ecologia Politica Milano ci incontriamo con alcun_ attivist_ del Movimento a Piano Terra per gli ultimi aggiornamenti dalla Valle e per ribadire una volta di più le ragioni dell’opposizione decennale alla Grande Opera inutile, imposta e dannosa e il loro valore collettivo.

Sabato mattina raggiungeremo la Valle che Resiste con bus collettivo della Milano No Tav: A Sarà Dura!

Fuori Fase – 09 – finanza, mattone e diritto all’abitare pt. 2

Benvenut_ a una nuova puntata: dalla Milano pre-pandemica – dove il Comune ha delegato le politiche abitative ai grandi operatori privati dell’immobiliare e dell’affitto breve, rispondendo più alla necessità di costruire e aumentare le volumetrie piuttosto che al diritto al tetto dei ceti deprivati – all’esplosione della crisi a causa del Covid-19, fino allo sciopero degli affitti come strumento di lotta per fermare il processo di finanziarizzazione e svuotamento dei quartieri.

Le musiche sono di Le Gros Ballon e il podcast è un’autoproduzione del collettivo Off Topic. Si ringraziano per gli interventi e i contributi Alice Boni (architetto, urbanista e ricercatrice), Ermanno Ronda (segretario generale del sindacato inquilini SICET) e Stefano Portelli (ricercatore associato all’Università di Leicester)

Leggi tutto “Fuori Fase – 09 – finanza, mattone e diritto all’abitare pt. 2”