Quartiere Isola: 50 anni dopo.

Giovedì 26 settembre, h19.30, Piano Terra.

50 anni fa, nel corso del 1969, 4 giovani studenti da poco laureati o in procinto di laurearsi in materie sociologiche, Mario Boffi, Stefano Cofini, Alberto Giasanti, Enzo Mingione, coordinano una delle prime inchieste-ricerche sulla città di Milano, con riferimento in particolare al quartiere Isola-Garibaldi. Tale ricerca vedrà la luce in un libro pubblicato da Feltrinelli nel 1972, dal titolo Città e conflitto sociale, oggi scaricabile dall’Archivio Primo Moroni ed era nata da una mobilitazione spontanea di abitanti che, con gruppi di studenti di architettura e di giurisprudenza, formarono il primo comitato unitario di base di quartiere a Milano.

Leggi tutto “Quartiere Isola: 50 anni dopo.”

PM10 a Milano? Workshop in Scighera

Tratto dal testo di lancio del workshop che terremo il prossimo 20 ottobre presso il circolo Arci La Scighera di Milano (Bovisa). Vedi anche l’appuntamento del 6 ottobre in Cox 18.

Di cosa si tratta:
l’autocostruzione di una centralina, condotta dal laboratorio Off Topic di Milano, permetterà di rilevare PM10 e PM2.5 nell’aria circostante al posizionamento dell’apparecchio.

Questa centralina non rappresenta la sfiducia verso i rilevamenti ufficiali compiuti a Milano o in altre località, ma afferma la presa in carico individuale e la consapevolezza che la necessità di un’aria pulita non si può delegare completamente alle autorità, e che è necessaria una nuova progettualità che sappia andare oltre le soluzione proposte sino ad ora e legate comunque a un progetto industriale: sostituzione di automobili con altre dichiarate meno inquinanti, etc.

Leggi tutto “PM10 a Milano? Workshop in Scighera”

Daspo Free Zone

a Baggio perdiamo perchè ci sono i rom

Beppe Sala

La questione del DASPO, così come è stata raccontata negli ultimi giorni di luglio, si presta ad alcune analisi e, vista senza la patina di retorica e depurata dalla affannosa arrampicata sugli specchi, racconta la trasformazione della metropoli nella sua versione moderna e post-moderna. Andiamo con ordine, ed esaminiamo la vicenda nei differenti aspetti di intersezione con la vita della città.

–> Vai al sito del progetto

La partecipazione che non disturba la quiete

I timidi ed inutili cambiamenti al masterplan Farini dopo la fase delle osservazioni

l progetto per lo scalo Farini muove i primi passi, dopo l’assegnazione dello scorso aprile al team guidato da OMA, lo studio olandese fondato nel 1975 da Rem Koolhaas. Avevamo già provato a creare qualche interferenza all’interno di un processo su cui tutto sembrava già scritto, ed avevamo provato a partecipare al bando.

Leggi tutto “La partecipazione che non disturba la quiete”

Appunti No Tav

No Tav: che cos’è un movimento popolare

Dal Primo Maggio torinese alla marcia popolare del 27 luglio, passando per campeggio studentesco, Alta Felicità e passeggiate notturne, il movimento No Tav è tornato a crescere a riaffermare sempre più la sua centralità come fronte più caldo dell’opposizione al governo di Matteo Salvini.

L’attuale fase di lotta è caratterizzata dalla presenza al governo dell’unico “partito amico” mai avuto nella storia politica recente. I 5 Stelle hanno costruito parte della propria identità e del proprio consenso elettorale proprio nella contrarietà ad alcune opere che consideravano, un tempo, inutili e dannose, in affinità con il sentire popolare: ma esattamente come successo in altri casi di voltafaccia davanti a movimenti territoriali e vertenze di lungo corso – pensiamo ai No Tap a Melendugno e alla vicenda dell’ILVA a Taranto – è proprio la loro irriducibilità ai grillini che ne rende centrale il ruolo nell’opposizione e nella prossima caduta di questo governo di miserabili. Merito di questi movimenti e in particolare, per la sua ampiezza, del movimento No Tav, è stato di far esplodere le contraddizioni interne ai loro principali sponsor politici più che di promuoverli in politiche nazionaliste e razziste, come invece sostengono i detrattori.

Leggi tutto “Appunti No Tav”