Milano oggi: grandi trasformazioni urbane, nuovi attori e nuove logiche immobiliari

“Milano oggi” è il titolo del quarto seminario di un ciclo di cinque, promosso dal dottorato di ricerca URBEUR, CheFare e Università degli studi di Milano-Bicocca. Il titolo del ciclo in cui si inserisce è “Territori di ricerca: natura, città e spazio pubblico” e l’appuntamento è per il prossimo 25 ottobre in Fondazione Triennale. Segue l’abstract dell’incontro, a cui parteciperemo con una relazione individuale e un contributo al dibattito.

Come sta cambiando Milano? Chi sono i principali attori coinvolti nelle grandi trasformazioni urbane? Quali sono le loro logiche? A partire da un’analisi di alcune grandi trasformazioni urbane (Porta Nuova e City Life), il seminario propone una riflessione sulla Milano contemporanea e sui rischi potenziali di questo modello di crescita. Leggi tutto “Milano oggi: grandi trasformazioni urbane, nuovi attori e nuove logiche immobiliari”

Il diritto alla città pubblica

Il prossimo mercoledì 17 ottobre saremo ospiti al Macro di Roma, in occasione di:

Diritto alla città #1  | città pubblica vs città privata

Il 17 ottobre, nella giornata mondiale contro la povertà, il Macro Asilo con la collaborazione di artisti, ricercatori, economisti, giuristi, sociologi, antropologi, architetti, amministratori, movimenti intende costruire un momento di incontro e riflessione sul tema delle disuguaglianze sociali così come si manifestano in seno alla città neoliberale.  Leggi tutto “Il diritto alla città pubblica”

Macao: alziamo i decibel.

Il testo che abbiamo scritto contro lo sgombero di Macao. Letto a Milano, fuori da Palazzo Marino, in occasione del presidio dello scorso 5 ottobre.

Il fondo Comune di Milano I, destinato agli investitori istituzionali, è stato costituito nel 2008 e ha in portafoglio asset per 194 milioni di euro. Il fondo Comune di Milano II è stato invece lanciato nel 2010 e ha un valore di 123 milioni di di euro. Il comparto include 61 asset, con un’occupancy rate del 26%.

Bello questo concetto. Di base l’occupancy rate è il tasso di utilizzo (formale e non) di spazi, sul totale del pacchetto in dismissione. A me piace immaginarlo più come la riottosità di un territorio inselvatichito ad essere occupato da un nuovo feudatario. La città, fatevene una ragione, non è fatta solo di vuoti e di pieni, di giustizieri e mascalzoni, di guardie (a difesa della proprietà) e di ladri. Mentre la città esclusiva è per definizione escludente, la città che conosciamo e attraversiamo vive di zone di confine: margini geografici e “posture sociali” irriducibili ai concetti di decoro, legalità, giustizia…alla vostra stessa idea di bellezza.

Leggi tutto “Macao: alziamo i decibel.”

Navigli aperti? Buona idea ma nel merito e nel metodo diciamo NO

h19.30 si mangia assieme qualcosa
h20.00 incontro pubblico

Lo abbiamo suggerito col gioco #battaglianaviglia
Lo abbiamo approfondito con due incontri a primavera
Lo abbiamo ribadito ad alta voce durante l’unico incontro sincero del fallimentare “debat public”:

Non siamo CONTRO l’idea di riapritre i navigli di Milano, siamo CONTRO un progetto che, nel merito e nel meotodo, tradisce le aspettative, le priorità, i bisogni della città di Milano e dei suoi abitanti. Leggi tutto “Navigli aperti? Buona idea ma nel merito e nel metodo diciamo NO”