arrow_back homepage

recycle this bike

Pretendi la piena e gratuita mobilità!

Appello alle/agli ofo lovers, ai club delle bici gialle, alle velò jaunes senza patria, ai/alle supporters di OfoTopic.

Per la termodinamica è il mezzo più efficiente. Per il portafoglio il più economico e riparabile. Per l'ecologista il più sostenibile. Per il minimalista occupa poco spazio ed è leggera. Per l'appassionato non cambia (quasi) mai ed è bellissima. Per tutti è metafora di libertà di movimento.

La bici simboleggia con limpidezza l'urgenza di un cambio di paradigma e la possibilità di configurare oggi un'altra città, un altro modello industriale, un'altra idea di mobilità, economia e relazioni.

L'exit strategy degli abitanti di Milano dalla cappa di smog, traffico e stress, è stata fatta propria dal Comune e delegata ad un lungo elenco di multinazionali della sharing economy in salsa green, svuotandola di ogni volontà trasformatrice.

Non solo: si è preteso, tramite questi mezzi ,di risolvere la crisi della mobilità pubblica e di superare l’isolamento geografico dei quartieri periferici . Ma come Airbnb non può sostituire l’edilizia pubblica o la mancata assegnazione di case (tenute) vuote, così bici, auto, motorini delle grandi corporation [elettrici o sostenibili(?) quanto volete], non garantiscono a migliaia di persone di potersi muovere liberamente per tutto il territorio.

O forse si: fallendo e abbandonando le sue bici, ofo ha liberato i suoi mezzi in libera circolazione per i nostri quartieri. Il fallimento di ofo ci offre l'occasione di chiarire la differenza che esiste tra condivisione e sharing, tra mobilità pubblica e privata, tra la bicicletta come l'abbiamo conosciuta in 200 anni di carriera (e non sentirli!) ed un prodotto obsoleto e non riparabile.

Come se tutto ciò non bastasse, dietro il paravento dell'affitto a basso costo del mezzo, le aziende della sharing economy collezionano modelli comportamentali e profilano i nostri spostamenti, per rivendere dati alle stesse amministrazioni che non sanno tutelarci, con una policy adeguata, da questo scaltro furto.

Le bici gialle giacciono definitivamente abbandonate?

Aderiamo all'ultimatum del Comune di Milano...recupera una ofo che il prossimo 24 Maggio si salta in sella!

Appuntamento a Piano Terra [via Confalonieri 3, Milano], h. 17.30 per raggiungere con lo spezzone ciclico e giallo la seconda marcia per il clima.